La lista di consigli per la lettura che vi presento oggi nasce da una domanda rivolta in vari gruppi letterari sui social, nei mesi scorsi: qual è il libro che avete letto ultimamente e vi ha lasciato “pienamente soddisfatti?”. I titoli segnalati sono stati davvero tantissimi e appartenenti ai generi più disparati. Ne avrei dovuti segnalare almeno 50 ma ho deciso di proporveli un po’ alla volta. Per partire, ho scelto questi 10, perché sono stati citati più volte rispetto agli altri.

Buona lettura a tutti.

 

1 –  Tre piani – Eshkol Nevo

Il romanzo racconta la storia di un piccolo condominio nella periferia di Tel Aviv, in cui vivono famiglie composte da persone alle prese con i classici problemi che la vita costringe un po’ tutti ad affrontare. Le storie narrate sono tre, una per piano. C’è quella di Arnon e Ayele, quella di Hani e quella di Dovra. Nella prima, Arnon, dopo un episodio che vede protagonista in negativo il suo vicino di casa Hermann, proprio colui che tante volte ha fatto da baby sitter alla figlioletta primogenita, reagisce in maniera ingiustificabile. Nella seconda, Hani, trascurata da un marito troppo impegnato a fare carriera, scrive una lunghissima lettera liberatoria alla sua carissima amica Neta, che è andata via da Israele e vive in America. Nel terzo, l’anziana Dvora racconta alla segreteria telefonica del defunto marito, verità mai dette prima. Siamo al cospetto di un romanzo leggero e profondo, anche se a volte autoritario e sconsolante, proprio come l’animo umano.

 

2 – Come pietre nel fiume – Ursula Hegi

La protagonista è Trudi, una Zwerg, ovvero una nana. Vive a  Burgdorf, un villaggio sulle rive del Reno, insieme al padre Leo. La ragazza deve affrontare il momento più brutto e complicato  della storia contemporanea e lo fa con energia, audacia e coerenza. È  un libro appassionato,  che ha il pregio d’insegnare, facendo riflettere il lettore e lasciandogli  qualcosa di indelebile nel cuore. Racconta della forza d’animo di una bambina nana che rimane senza la mamma a 4 anni, all’epoca del nazismo. L’autrice segue la vita della protagonista, prima da bambina, poi da adolescente e infine da donna, mostrando il nazismo visto dalla parte  dei cittadini tedeschi, analizzando, secondo i casi, la loro vigliaccheria o il loro eroismo. Il nazismo e l’olocausto vengono narrati in modo equilibrato  e la deformità fisica di Trudi sembra rispecchiare la deformità morale della Germania nazista.

 

3 – La collina del vento – Carmine Abate

Nel romanzo è raccontata la storia della famiglia Arcuri, dagli inizi del Novecento fino ai giorni nostri. Rossarco, la leggendaria ed enigmatica collina custodisce le radici di questa famiglia, le cui vicende appassionano dall’inizio alla fine del romanzo.  Abate trasporta il lettore in una Calabria magica, fatta di colori e profumi vigorosi, che eccitano la mente del lettore, mentre quasi sente il vento che gli accarezza lievemente il viso. C’è una doppia narrazione: una al tempo presente con un astratto gusto di tristezza e delusione, e un’altra che ripercorre il passato, entrambe dell’ultimo membro della famiglia e meravigliosamente intrecciate tra loro. Oltre alla storia della famiglia e alla storia d’Italia, vi si trovano tanta ecologia e un pizzico di segreto. La collina del vento è una saga familiare, che ci fa conoscere una famiglia unita e fiera, che non si lascia piegare né intimorire dai più “forti”, resistendo a tutte le ostilità possibili.

 

4 – Il mare di legno  – Jonathan Carroll

È un romanzo inconsueto, che non si può inquadrare in un genere preciso. C’è un poliziotto che indaga, ma non è un giallo, ci sono degli extraterrestri, ma non è un libro di fantascienza, dei cani parlanti, ma non è una favola, c’è amore, ma non è un romanzo rosa. Ci sono cani defunti che ricompaiono quando meno te lo aspetti, viaggi nel tempo, alieni, piume misteriose, il tutto senza lasciare al lettore un attimo di respiro. La  bravura dell’autore sta proprio nel riuscire a raccontare il fantastico, facendolo sembrare  all’ordine del giorno, conducendo il lettore, volente o nolente, a catapultarsi in quel mondo. Protagonista del romanzo è Francis McCabe, costretto ad affrontare il proprio passato e il proprio futuro. Molto curata risulta dunque la psicologia del personaggio, la sua crescita, il suo lento trasformarsi da teenager borderline dedito alla violenza a carismatico e rispettato tutore dell’ordine.

 

5 – Ti darò il sole – Jandy Nelson

È un libro che racconta il legame tra due fratelli gemelli, Noah e June, attraverso la scrittura  fluida e scorrevole dell’autrice. I due non si somigliano affatto, ma condividono un mondo magico, fatto di telepatia, amore, comprensione, ma anche di  rancore, ostilità, paura, e dolore. Sarà proprio vivendo sentimenti così forti che scopriranno il vero significato dell’amore, della bellezza e dell’arte. Noah è un tipo solitario, che vede il mondo attraverso le immagini e i colori che lo compongono, mentre Jude ama la compagnia. Entrambi sono gelosi dell’attenzione che la madre riserva all’altro. Nel romanzo, hanno 13 anni e Noah sta per iscriversi a un prestigioso liceo artistico, ma dopo tre anni scopriamo che è Jude a frequentarlo, mentre Noah frequenta la normale high school. Il questi tre anni sonno successe molte cose e sono davvero tanti i motivi per cui ormai i due non si rivolgono più  la parola, ma…

 

6 – Aria sottile – Jon Krakauer

È una storia vera. Racconta la spedizione sull’Everest del 10 maggio 1996, a cui lo stesso autore ha partecipato in veste di giornalista, incaricato dalla rivista per la quale lavorava, di scrivere un articolo sull’evento. Krakauer descrive molto bene gli avvenimenti, partendo dai preparativi. Con il procedere della narrazione, il lettore si immedesima totalmente e comprende che a 8000 metri di altitudine nessuno è in grado di ragionare con lucidità. La storia è appassionante e i personaggi sono molto ben descritti. Anche le motivazioni che portano gli scalatori a rischiare la vita pur di salire sul tetto del mondo sono chiare. In maniera coinvolgente, l’autore invita tutti a riflettere sul dissennato uso turistico di queste montagne, che un tempo erano inviolabili, mentre adesso sono abbordabili da chiunque possa sopportare di pagare cifre notevoli per togliersi il capriccio. È un libro che mette a nudo la gracilità umana di fronte alla forza travolgente della natura.

 

7 – Doppio sogno – Arthur Schinitzler

Fridolin, un medico, e Albertine, una donna di casa, sono giovani, sposati e genitori di una bambina. Una sera si confessano le rispettive attrazioni provate per altre due persone nel corso di una vacanza in Danimarca, durante  un ballo in maschera, il primo a cui avessero mai partecipato. Appena entrati nella sala, entrambi erano stati lusingati da stravaganti personaggi e qualche minuto dopo, si erano ritrovati al buffet, dove avevano improvvisato una estemporanea commedia della seduzione, fingendo di essersi appena conosciuti, per poi, una volta tornati a casa, amarsi appassionatamente, come non accadeva da molto tempo. Tornando sui ricordi del ballo però, le figure dalle quali erano stati sfiorati all’inizio assumono l’aspetto della scintilla che fa scattare la gelosia. Da quest’opera, Stanley Kubrick ha tratto il suo Eyes Wide Shut, con Nicole Kidman e Tom Cruise.

 

8 – Vivere! – Ju Hua

Un ragazzo, girando per le campagne cinesi, alla ricerca di ballate tradizionali, incontra un vecchio contadino e si fa raccontare da lui la sua vita. All’apparenza, l’uomo è un dimesso lavoratore della terra che ha un eccentrico rapporto con il proprio bue, a cui ama raccontare storie, e si mostra felice che qualcuno voglia ascoltarlo. Parte una lunga confessione sugli sbagli di una vita, sugli errori di un regime spesso illogico, su un mondo ormai scomparso e sulle ferite subite senza potersi ribellare. Il vecchio racconta che faceva parte di una famiglia ricca, caduta in disgrazia a causa del giovane Fugui, che amava il gioco d’azzardo e le belle donne. Sembra di rivivere la storia della Cina e il romanzo diventa all’improvviso qualcosa che avvolge il lettore, quasi costringendolo a leggerlo tutto d’un fiato, per scoprire che fin quando ha avuto persone care a cui pensare, quell’uomo è vissuto nella paura e nel dolore, ma adesso che deve pensare unicamente al proprio bufalo e alla propria sepoltura, non ha più paura.

 

9 – Preghiera per un amico – John Irving

Il romanzo fa rivivere la storia americana, dagli anni ’50 fino alla guerra del Vietnam, ma la trama è semplicemente il pretesto per dipingere abilmente la vita in una piccola cittadina del New Hampshire, con le sue dinamiche sociali, i grandi eventi e le piccole tragedie. È la storia di una amicizia fantastica, ma troppo bella per essere vera, quella fra Johnny e Owen. Il primo è un bambino normale, il secondo invece è davvero straordinario in ogni suo aspetto, a partire dalle dimensioni ridotte per finire alla voce acuta e all’intelligenza vivacissima. All’inizio, il libro è divertente ma poi si fa più serio, fino a trasformarsi in un’indimenticabile testimonianza della vita studentesca americana degli anni ’60, prima, durante e dopo la guerra del Vietnam, evento che ha deviato il corso della vita di moltissimi giovani americani. Una analisi dura della recente realtà degli Stati Uniti, che fa riflettere su come il passato non insegni mai nulla.

 

10 – Chi ti credi di essere – Alice Munro

Il titolo di questo romanzo è la domanda rivolta alla protagonista Rose da tante persone. I capitoli seguono la vita di Rose, partendo dall’infanzia misera per finire agli anni difficili che precedono la guerra. L’autrice accompagna la crescita di Rose, descrivendo gli ambienti in cui la protagonista si muove e le persone con cui viene in contatto, approfondendo il carattere della protagonista, la sua vanità, le sue ambizioni e soprattutto le sue debolezze. Rose è un’anima vera, mai banale, un personaggio ben definito, con il quale non è possibile non entrare in empatia. È vibrante e stupendamente sincero, ma altrettanto imperfetto e sono proprio queste caratteristiche a renderlo umano. Questo romanzo parla delle domande che ognuno ha posto a se stesso tante volte nella vita. Chi crediamo di essere o chi vorremmo essere e cosa invece diventiamo, quando le esultanze e gli sconforti ci cambiano. Sono questi gli interrogativi che mette in moto la lettura di questo bellissimo romanzo.