Ognuno ha il sogno, più o meno segreto, di scrivere un libro. 8 persone su 10 ammettono di averci seriamente pensato, ma quasi per nessuno di loro è stato possibile riuscirci davvero.

Ma perché? E’ cosi difficile?

Lo era prima, semmai! Non più da quando negli Stati Uniti è nata una nuova figura professionale: il “Book Coacher”. Si tratta di un vero e proprio allenatore degli scrittori alle prime armi, che vi seguirà passo dopo passo, e vi aiuterà a pianificare, strutturare e scrivere il vostro fantastico romanzo, offrendovi  sostegno e consulenza durante l’intero percorso creativo, fino alla pubblicazione.

Normalmente chi ha intenzione di scrivere un libro ha in mente di raccontare la propria storia. Proprio su questo primo pensiero si sofferma il Coacher, chiarendovi che il vostro desiderio è giusto e normale, perché se la vita vi ha sfidato e ha vinto, condividere la vostra esperienza aiuterà chi la leggerà, ad affrontare situazioni simili.

Tutti sanno bene che è molto difficile arricchirsi scrivendo libri, ma nonostante ciò il Coach, oltre a stimolarvi e a condurvi per mano nella composizione del testo, una volta terminato il romanzo, proverà anche a renderlo commercializzabile, con l’obbiettivo di riuscire a trarne un beneficio economico.

Ma qual è il profilo ideale del Book Coacher? Come si fa a scegliere quello giusto?

E’ semplice. Tra i tanti che hanno sognato di scrivere un romanzo dichiaratamente autobiografico, coloro che sono riusciti davvero a comporlo e a farselo pubblicare da una casa editrice, senza sostenere alcun costo, sono pochissimi. Quelli che poi, dopo la pubblicazione, hanno anche aperto dei canali promozionali personalizzati, attraverso cui  pubblicizzare il loro prodotto, si contano davvero sulla punta delle dita di una mano.

Queste persone sono la dimostrazione vivente che si tratta di un sogno realizzabile, perché hanno dimostrato con i fatti di avere una qualità eccelsa nello scrivere, oltre che di conoscere tutti i canali, sia per presentare il lavoro che per farselo pubblicare. Questi scrittori/blogger che ce l’hanno fatta a farsi pubblicare la propria biografia sono i Book Coacher migliori che si possano scegliere.

Sia ben chiaro che il libro lo scriverà l’autore. Gli “allenatori” non sono degli editor, e neanche dei gost writer, sono semplicemente professionisti che conoscono il percorso e sono in grado di affiancare lo scrittore alle prime armi, per portarlo per mano a scrivere di proprio pugno il primo romanzo della sua vita, che quasi sempre, come abbiamo anticipato, è  autobiografico.

Chi ingaggia un Book Coacher non ne parla più del suo libro, ma più semplicemente, lo scrive! Per l’intera durata della stesura avrà a disposizione tutti gli elementi necessari per portare a termine il romanzo. Verrà messo a conoscenza su come strutturarlo, su che stile narrativo utilizzare, e gli verranno soprattutto corrette le bozze durante la stesura, ogni volta che lo chiederà. Il cliente avrà a disposizione una specie di angelo custode, che verrà ricompensato soltanto a obbiettivo raggiunto.

Il vostro “allenatore” vi aiuterà a sbloccarvi, facendosi raccontare la vostra storia, e suggerendovi  il modo migliore per scriverla. Sarà un’avventura affascinante, dove l’enorme numero di ore necessario diventerà “leggero”, grazie alla certezza di star procedendo sulla strada giusta.

Avrete finalmente un nuovo amico, che gioirà con voi dei vostri successi, con lo stesso entusiasmo che avrete voi, che vi tirerà su nei momenti più difficili, e che vi guiderà verso la realizzazione del vostro sogno.

L’impegno durerà per sei mesi, dopodiché il prodotto dovrà essere terminato. Poi si passerà alla fase manageriale che durerà altri sei mesi, durante i quali il vostro Book Coacher proverà a far pubblicare il vostro testo ad una casa editrice.  Durante l’intero anno non recepirà alcun compenso, e il pagamento pattuito verrà erogato soltanto alla fine ed esclusivamente in caso di pubblicazione del romanzo, altrimenti la sua ricompensa sarà vedere l’orgoglio e la soddisfazione del neo-scrittore per essere riuscito a mettere nero su bianco la propria storia.

E’ chiaro che in caso di pubblicazione, lo scrittore potrà  chiedere al Coach di continuare a seguirlo, questa volta come manager, anche nella fase promozionale e contrattuale, ma a quel punto si dovrà  stabilire un nuovo accordo, con delle nuove condizioni, visto che  normalmente questo servizio viene retribuito  in percentuale sulle vendite.

Che dire. Sicuramente sarei un ottimo Book Coacher.