Il libro più costoso del mondo “Die Aufgabe” è stato scritto dall’artista e filosofo tedesco Tomas Alexander Hartmann. È composto soltanto da 13 pagine e meno di 300 frasi. In base alla valutazione fatta dal suo autore, ha un valore di 153 milioni di euro.

Pur essendo un libro brevissimo, Hartmann ha dichiarato di averci messo 30 anni per scriverlo e asserisce di aver individuato e risolto i 3 grandi enigmi del mondo: da dove veniamo, dove andiamo e qual è la nostra missione. A suo parere, questa profonda prospettiva rende incalcolabile il valore del suo libro.

Ne esiste soltanto una copia, scritta in tedesco.

Durante le varie presentazioni, alla Fiera del Libro d’America di Los Angeles, alla Fiera del Libro a Vienna e a quelle di Francoforte e di Dubai, Hartmann ha annunciato che l’avrebbe tradotto in 150 lingue, facendo un’edizione limitata di 1000 copie.

Prima di questo saggio, l’autore aveva scritto soltanto altri due libri, in vendita su Amazon, ed è considerato un truffatore mitomane da quasi tutti gli addetti ai lavori, anche se nessuno sa spiegarsi come abbia fatto a essere invitato a presentare il proprio libro alle fiere più importanti del pianeta senza avere un editore.

Dopo queste presentazioni, il libro non è mai più stato accessibile al pubblico e nessuno ne ha mai letto il contenuto.

Nonostante il prezzo assurdo, il libro ha un aspetto normale e a parte la copertina d’oro, nulla giustifica la richiesta dell’autore.

Probabilmente, Hartmann diventerà famoso come campione universale dell’irrealtà, non soltanto per gli incomprensibili inviti ricevuti per presentare il suo libro, ma soprattutto per i 30 anni che dice di aver impiegato a scrivere quelle 13 pagine e per l’ingiustificabile pretesa di venderlo a quel prezzo.

La prima cosa che mi è venuta in mente leggendo la notizia è l’effettiva impossibilità di assegnare un “valore” alla parola. L’impatto e le conseguenze determinate dal suo uso e le enormi opportunità offerte alla storia umana rappresentano la base per raggiungere ogni nostra conoscenza individuale e il suo potere è indubbiamente ineguagliabile. Ma è davvero possibile assimilare il contenuto della stessa con l’acquisto di una preziosa opera d’arte?

L’autore, stanco delle infinite, e a mio parere inevitabili, critiche ricevute, ha deciso che non esporrà più il lavoro dopo la fiera Art Dubai negli Emirati Arabi Uniti, ma ha reso pubblici i suoi recapiti per soddisfare le curiosità di chiunque sia interessato a saperne di più sulla sua opera misteriosa.

Tomas Alexander Hartmann, Tel.: + 49-345-9196299, mobile: + 49-176-81051443, e-mail: contatto @ hartmann-investment.ch.

In questo modo, bisogna dare ad Hartmann il merito di aver avuto il coraggio di dare a tutti la possibilità di dirgli se lo ritengono un genio oppure un pazzo.