L’amore per la lettura è qualcosa di intimo, che normalmente non viene esternato, anche se allo stesso modo in cui ci si innamora di qualcuno nella vita, quando si amano i libri, è troppo grande la gioia che si prova, per riuscire a nasconderla agli occhi della gente. Nessuno può capire da cosa dipenda quell’aria tanto soddisfatta ed è probabile che molti pensino che sia determinata dall’avvicinarsi dell’appuntamento con la persona amata. Ben difficilmente, qualcuno capisce che quell’espressione beata dipende dalla voglia di riprendere a leggere il bel libro lasciato poche ore prima e che si desidererebbe avere vicino in ogni minuto della giornata. A volte però la passione è talmente grande che diventa difficile non urlarla al mondo intero. Alcune persone arrivano addirittura a desiderare che tutti possano vedere quanto immenso sia l’amore che provano e per ottenere lo scopo prefissato sarebbero disposte anche a utilizzare mezzi molto appariscenti.

In loro aiuto è nata una nuova moda mirata esclusivamente a rendere pubblico l’amore incondizionato per la lettura, quella del tatuaggio letterario. Una frase indimenticabile, un disegno, qualunque cosa può andare bene. I modelli sono illimitati e qualcuno è arrivato addirittura a farsi incidere sulla pelle una frase che prosegue sul corpo del proprio partner.

Ma la fantasia degli innamorati non ha limiti ed ecco che una donna napoletana, Maria Marigliano Caracciolo, ha dato inizio al fenomeno dei libri da indossare, che da quel momento non si è più fermato. Prima di trasferirsi a Londra, Maria ha commissionato a un artigiano del suo quartiere, un portafoglio a forma di libro, con raffigurata la copertina di “Orgoglio e pregiudizio”, il romanzo che ama più di ogni altro libro. Il fidanzato di Chloe Delevigne (sorella della più famosa Cara)  ne ha voluto uno da regalare a Chloe e da allora, tante donne famose lo hanno preteso. L’iniziativa ha riscosso un tale successo che persino la rivista Cosmopolitan le ha dedicato un articolo.

Ma le novità non si fermano qui. Una designer israeliana di nome Dega ha inventato dei collant ispirati ai romanzi, creando un nuovo modo di manifestare apertamente l’amore incondizionato per la lettura. È una collezione di calze pensata appositamente per le donne che non riescono a fare a meno di rendere pubblica la propria cultura. Possono essere utilizzate frasi tratte dai grandi classici della letteratura e volendo, si possono persino richiedere versioni personalizzate, scegliendo il colore e le citazioni da far inserire.

Che dire. I libri non finiscono mai di stupire e aggrediscono voracemente ogni settore commerciale. Abbiamo visto nascere gli alberghi letterari, i viaggi letterari e ora assistiamo al fenomeno dei libri che si attaccano addosso alle persone. Siamo tutti curiosi di conoscere le prossime peripezie.