Oggi vi parlo di Renato Costa, un ragazzo italiano che ha creato ed attivato una App che rischia seriamente di provocare un terremoto nell’editoria moderna.

Grazie a questa nuova applicazione, gli autori che decideranno di utilizzarla dovranno semplicemente pubblicare il loro libro sviluppando un’App e il loro editore sarà Google.

Il nome della App è Qu-book!

Il primo grande vantaggio di questa applicazione per vendere libri e mp3 è che l’autore guadagna il 60 % sul prezzo di copertina, che lui stesso stabilisce, per ogni copia venduta. Ed in più, essendo una App, può guadagnare anche dalla pubblicità.

Gli incassi avvengono ogni mese.

Il Mercato delle Applicazioni di Google è più vantaggioso rispetto a quello degli Ebook, perchè può essere gestito in piena autonomia, senza piattaforme o editori intermediari, che pretendono investimenti esosi e alte commissioni sulla vendita.

Come funziona?

Renato ha sviluppato una formula che lui stesso distribuisce nello Store delle Applicazioni di Google, e ogni volta che un autore accetta il suo servizio, il prodotto viene trasformato in un’applicazione e messo sul mercato.

Il servizio è rivolto in particolar modo a chi si auto produce i propri testi. Finalmente l’autore potrà gestire da solo, tutte le fasi tecniche, dalla pubblicazione, alla promozione, fino alla vendita e all’incasso, in qualunque modo ritenga di farlo, ricevendo, direttamente da Google, anche un precisissimo report settimanale delle vendite e dei compensi che gli verranno puntualmente versati ogni mese.

https://www.facebook.com/QubookSelfPublishing/ è il link della pagina FB, che Costa ha aperto da pochi giorni per fornire a chiunque lo desideri, tutte le indicazioni per pubblicare un libro o un e-reader, utilizzando la sua App.

Il contenuto va pubblicato in formato e-book, non tanto per la sua lettura che avverrebbe lo stesso, visto che chi scarica la App lo legge in pdf, ma per l’assoluto disinteresse economico da parte di chi gestisce la App dalla fase di composizione architettonica del prodotto. Il libro deve essere inviato e pubblicato così com’è, con una spesa aggiuntiva di circa 30 euro per la gestione operativa della App.

Sono già in tanti gli autori che hanno contattato Renato per avere ulteriori spiegazioni. La sua App è semplicissima e una volta in rete sarà molto piacevole per gli autori prendersi direttamente il 60 % dl fatturato di vendita, visto  che nel contesto italiano, in ogni caso, non avrebbero altra possibilità che promuovere da soli i loro libri, per poi ricevere, quando va di lusso, una piccolissima percentuale, dopo tantissimi mesi.

La novità assoluta è che non è uno store come Amazon o Ibs. La App di Renato Costa, Qu-book, è l’essenza del self. Per il momento funziona solo con Android, ma è in fase di studio anche lo sviluppo su itunes. Secondo statistiche recenti, il sistema operativo Android è installato in 9 smartphones su 10 venduti su scala mondiale.

Renato Costa segue, eslusivamente su richiesta, anche servizi quali Editing e creazione di Copertine.

E’ possibile richiedere info  via Email al seguente indirizzo: infoqubook@gmail.com

Che dire. Io consiglio di utilizzare questa applicazione soltanto quando si è già certi al cento per cento che il proprio libro verrebbe pubblicato anche da un editore tradizionale, onde evitare di fare brutte figure con i lettori.